robertoamadi

il Sé tecnologico

roberto amadi doll

DOLL IN A NOWHERE PLACE

Immagine e testo di Roberto AMADI - 2013

Bambola in un posto da nessune parte un tema attorno al quale si continua a dibattere riguarda la corretta visione del mondo digitale: realtà o surrogato della realtà? Tra i nomi eccellenti, Zygmunt Bauman sembra propendere per la definizione della rete come surrogato della realtà. Sicuramente io preferisco pensare al mondo digitale come ad una realtà talmente vera da modificare la psicologia delle persone. La realtà digitale influenza comportamenti e decisioni, ci porta a sviluppare una concezione di Sé digitale, scatena dinamiche nuove attraverso le comunità virtuali, incide sulle scelte delle singole persone al punto da mettere in crisi sistemi consolidati come il sistema dell'informazione, della politica e, naturalmente, dell'arte.

La figura rappresenta una persona vivente o una bambola/manichino? Quale che sia la risposta rimane avviluppata in una tessitura di relazioni in gran parte misteriose ed incomprensibili ... il rappresentato come icona della complessità del mondo. Fotomanipolazione digitale dell'immagine, opera da collezione di Roberto Amadi

Ringrazio tutti coloro che con il loro feedback stimolano la mia creatività
siete liberi di scrivermi.

Questo sito è stato realizzato da Roberto Amadi. Autore delle immagini e dei testi è Roberto Amadi: è necessario concordare l'autorizzazione se vuoi utilizzarli.


HOME